Lea-Scappini-Coucher-soleil-09.02.2023-17.jpg
©© Léa Scappini

Sci alpinismo

Vars in pelli di foca

Alzate i tacchi e fuggite nel cuore di una foresta di larici. È una forma di sci puramente selvaggio che permette di scoprire la montagna in un modo completamente nuovo. Questa attività autentica, con itinerari segnalati, vi farà vivere un’esperienza unica.

Scoprire

Sci alpinismo

Conosciuto anche come “sci di natura”, lo sci di fondo è una disciplina antica che si è diversificata nel tempo grazie allo sviluppo di attrezzature più leggere. Questa pratica attira sempre più appassionati desiderosi di scoprire la montagna in modo diverso, in modo più responsabile e sostenibile.

La stazione di Vars non manca di risorse per approfittare appieno di questo universo innevato con oltre 15 km di percorsi segnalati. Le discese avvengono su piste battute e sicure, rassicurando i principianti. Ogni anno la stazione accoglie un gran numero di appassionati per godere di un tour a 360 gradi del circo varsinc sulle più belle cime circostanti.

NEWS

Per la stagione 2023-24, il resort Vars propone due nuovi itinerari

.

La Traccia di Sibières

2,2 km

325 m di salita

Percorso pianeggiante difficile / non battuto

.

La rampa Bois Noir

5,1 km

400 m di salita

Non è un livello difficile

100% battuto – condiviso con i pedoni

.

Si indossano gli sci migliori per allontanarsi dalla folla, si ammira la cima dell’Eyssina lungo il percorso e si apprezza tutta la fatica fatta in discesa

.

5 PERCORSI PERMANENTI

Il sentiero della forestaLIVELLO DIFFICILE (pendenza massima 30°)

Distanza: 2,3 km, 340 m di dislivello – Tempo medio: 2h

Altitudini: partenza 1860m – arrivo 2200m

Ai piedi della seggiovia Mayt, cercate il cartello di partenza “ski de rando” sulla sinistra. Salendo nel cuore della foresta, gli ampi spazi aperti si riveleranno poco prima della fine dell’itinerario con una vista senza ostacoli sulla cima dell’Eyssina. In cima al Télémix, la discesa avviene attraverso le piste blu e rosse.

Passo delle SalucesLIVELLO NON MOLTO DIFFICILE (pendenza massima 20°)

Distanza: 1,8 km, 310 m di dislivello – Tempo medio: 1h30

Altitudini: partenza 2130m – arrivo 2440m

In cima al Télémix, prendere il sentiero blu che vi condurrà alla partenza ai piedi del parco DVA. Cercare il cartello “partenza sci de rando” e prendere il sentiero tra la pista Jas du Boeuf e la pista Des Heureux. In mezzo ai nevai, potrete apprezzare lo scenario finemente frastagliato delle cime: il Col des Saluces e il Col du Vallon. All’inizio della pista des heureux, siete arrivati. È il momento di assaporare un’onda di marea di aria pura mentre si scivola lungo la pista blu.

La Traccia di PeynierLIVELLO DIFFICILE (pendenza massima 25°)

Distanza: 4 km e 351 m di dislivello – Tempo medio: 3h

Altitudini: partenza 1899m – arrivo 2250m

La vostra escursione inizia dietro la residenza Lauzet in direzione della seggiovia Fontbonne. Si sale al rifugio Napoléon e si inizia la salita del Peynier in un ambiente selvaggio. Dopo aver ammirato il panorama dalla vetta, potrete godervi la discesa percorrendo le piste blu dei larici e di Serre Meyrand durante gli orari di apertura del comprensorio sciistico, ovvero dalle 9 alle 16.30.

La Traccia di Sibièreslivello difficile

Distanza: 2,2 km e 325 m di dislivello

Partenza: Vars les Claux, Fournet / Luge sur rail

Arrivo: in cima alla seggiovia Sibières. Ultimo tratto selvaggio nelle valli, di fronte all’Eyssina e ai couloirs di freeride.

Il 70% di questo percorso sportivo si svolge nel bosco, proprio accanto alle piste.

Questo percorso di scialpinismo è ideale per gli alpinisti esperti in cerca di una sfida.

La prima parte del percorso è ripida e tecnica e richiede una solida padronanza delle conversioni scialpinistiche, in particolare all’inizio per raggiungere la pista Faisandière. Qui è possibile una via di fuga. La seconda parte del percorso è una lunga e più facile traversata in salita con vista su Zakopane, sempre nel bosco. Si gode di una vista panoramica e di una salita più dolce. Infine, l’ultima parte del percorso lascia le piste per portarvi all’arrivo della seggiovia Sibières per una serie di valli fuori dal bosco che aggiungono un tocco di avventura al vostro itinerario.

Si prega di notare che questo percorso può essere chiuso a seconda delle condizioni meteorologiche, del rischio valanghe e della pida. Controllate le informazioni sulle possibili chiusure prima di avventurarvi su questo percorso.

La rampa Bois Noirnon troppo difficile

Distanza: 5.1 km e 400 m di dislivello

Partenza: necessario prendere la navetta per Sainte-Catherine, in cima al villaggio, all’inizio del percorso

Arrivo : sommet de Peynier

Itinerario fuori dal comprensorio sciistico, in un ambiente selvaggio e con una vista a 360° all’arrivo

La prima parte di questo percorso è un ampio traverso pianeggiante, ideale per un leggero riscaldamento. Dopo aver attraversato il Pont de la Salce, si percorre un’ampia pista battuta nel cuore della foresta. Segue una rampa più ripida a zig-zag, ma in questa fase non è necessario effettuare conversioni. Si raggiunge il Lac de Peynier e poi la vetta del Bois Noir.

Sci alpinismo

Pratica

Vivi l’esperienza dello Ski de Rando

SKI DE RANDO ❄️ Découvrez nos itinéraires permanents
SKI DE RANDO ❄️ Découvrez nos itinéraires permanents
SKI DE RANDO ❄️ Découvrez nos itinéraires permanents
Consigli

Le vostre domande

  • Come ci si attrezza per lo scialpinismo?

    Buoni sci e attacchi adatti

    Buoni scarponi da sci di fondo con posizione “on” e “off”.

    Alcune guarnizioni

    Bastoncini preferibilmente regolabili per adattare la misura per la salita e la discesa.

    Attrezzatura di sicurezza e un buon casco

    .

  • Che vestiti devo scegliere prima di partire?

    Se si vuole evitare di raffreddarsi, è fondamentale scegliere un buon abbigliamento. La tecnica dei tre strati, nota anche come “tecnica della cipolla”, è il metodo giusto da adottare per una buona gestione dello sforzo.

    • Il primo strato, detto “traspirante”, non assorbe l’umidità: una maglietta in lana merino o poliestere.
    • Il secondo strato, detto “termico”, mantiene il calore e allontana il sudore: un pile o anche un maglione di lana.
    • Il terzo strato, detto “impermeabile”, protegge dal vento e dalla pioggia e allontana il sudore.

    Pantaloni speciali da sci alpinismo caldi e impermeabili, preferibilmente con cerniere di ventilazione sulle cosce per l’arrampicata.

    Sottoguanti sottili preferibilmente in lana merino per il comfort

    Guanti: mezzi guanti, mezze pantofole per una protezione ottimale

    Occhiali da sole: categoria 4 per una protezione UV ottimale

    Una maschera per evitare l’appannamento

    Un girocollo

    Un cappello

    Uno zaino

  • Quale livello devo avere per partecipare alle sessioni introduttive di sci alpinismo?

    Per lo scialpinismo è richiesto un livello minimo di sci di classe 3 (sci paralleli e controllo della velocità su piste rosse) e una buona condizione fisica.

  • Cosa devo fare prima di partire?

    Consultare le condizioni di apertura dei percorsi permanenti e il bollettino della neve.

  • Attrezzatura di sicurezza per lo sci alpinismo

    Avrete bisogno di:

    • Un rilevatore di vittime da valanga (AVD)
    • Una pala
    • Una sonda

    L’AVD è un’apparecchiatura digitale essenziale per la ricerca di una o più persone sepolte o ritrovate sotto una valanga. Funziona sia in modalità di trasmissione che di ricezione. Si va a sciare in modalità di trasmissione, si cerca qualcuno in modalità di ricezione. La sonda individua con precisione la vittima e ne misura la profondità. La pala viene utilizzata per estrarre la vittima. È essenziale padroneggiare queste attrezzature prima di avventurarsi su terreni innevati (kit di sicurezza BCA)

    La stazione di Vars è dotata di un parco in collaborazione con il marchio BCA per allenarsi al loro utilizzo.

Sempre di più

Godere le montagne senza sciare!

Non sciatori o semplicemente desiderosi di scoprire le montagne senza avere un paio di sci ai piedi?

Scopri di più

Chiudere